Nel corso del 2013 la Regione del Veneto ha avviato un percorso per la informatizzazione della S.Va.M.Di (Scheda di Valutazione Multidimensionale del Disabile) a valere per tutte le A. ULSS della regione e con l'obiettivo di integrare opportunamente lo strumento ICF (International Classification of Functioning - World Health Organizzation).

Il gruppo di lavoro regionale ha anche elaborato un algoritmo che consente di classificare le persone gestite nel territorio in opportune classi economiche per la gestione della programmazione territoriale.

Studio VEGA si è aggiudicata la gara gestita dall'allora Osservatorio per le Politiche Sociali per la implementazione.

Ora tutto questo è patrimonio dei Servizi Sociali Regionali, è completo della gestione dell'algoritmo e di un sistema di BI denominato Arcipelago con il quale la Regione analizza in tempo reale i dati di produzione e di flusso.

Nel corso del 2015 la S.Va.M.Di. ha subito una revisione e aggiornamento con la introduzione del flusso FAD (Flusso Area Disabili) che alla stessa stregua del FAR per la Residenzialità Anziani, consente di disporre di importanti informazioni ai fini programmatori regionali.